$$ITEM_BEGIN
Ant-Man (Ant-Man)
pic_movie_28
Genere  Azione, Fantascienza
Paese  U.S.A., Regno Unito
Anno  2015
Durata  117 min
Regista  Peyton Reed
Attori  Evangeline Lilly, Corey Stoll, Paul Rudd, Judy Greer, Michael Douglas, Bobby Cannavale, Michael Peña, John Slattery, Wood Harris, David Dastmalchian, Abby Ryder Fortson
Ubicazione  File
Descrizione  Il nuovo capitolo dell’Universo Cinematografico Marvel presenta Ant-Man, il nuovo film dei Marvel Studios, che porta per la prima volta sul grande schermo uno dei personaggi originali più noti dei Marvel Comics apparso fin dalle origini nel gruppo degli Avengers. Dotato della strabiliante capacità di rimpicciolirsi e al contempo accrescere la propria forza, il ladro provetto Scott Lang dovrà ricorrere alle sue doti eroiche per aiutare il suo mentore Dr. Hank Pym a proteggere il suo spettacolare costume di Ant-Man da nuove, terribili minacce. Esposti a ostacoli apparentemente insormontabili, Pym e Lang dovranno pianificare un colpo che salverà il mondo.
Commento  La prossima evoluzione dell’Universo Cinematografico Marvel porterà sul grande schermo per la prima volta un membro fondatore (nei fumetti n.d.r) degli Avengers, cioè il supereroe Marvel Ant-man. Armato della sorprendente abilità di rimpicciolire le sue dimensioni ma aumentare la sua forza, il maestro dei furti Scott Lang (Paul Rudd) dovrà abbracciare il suo eroe interiore e aiutare il suo mentore, il Dr. Hank Pym (Michael Douglas), a proteggere il segreto che si cela dietro la spettacolare tuta di Ant-Man, dalla minaccia rappresentata da Darren Cross (Corey Stoll), ex pupillo del dottor Pym ripudiato a causa dell’eccessiva sete di potere e ora in cerca di implacabile vendetta. Di fronte ad ostacoli apparentemente insormontabili, Pym e Lang dovranno pianificare e portare a compimento un colpo che salverà il mondo e forse aiuterà entrambi a recuperare il rapporto con le rispettive famiglie.
Del progetto originale a firma di Edgar Wright resta soltanto la sceneggiatura (scritta anche con l’aiuto dello stesso Paul Rudd) mentre la regia è passata a Peyton Reed, autore che proviene da un universo di comicità, basti ricordare il fortunato “Yes man” con Jim Carrey. Il regista, qui alla sua prima collaborazione Marvel, comunque non sfigura e firma un film godibile, fresco e giovanile che va ad aggiungersi e ad ampliare l’infinito universo Marvel. Tecnicamente il film si colloca in quel solco tracciato da “I Guardiani della Galassia” e composto da molto umorismo, tanta azione e pochi ma intensi momenti emotivi.
La regia è dinamica e frizzante e risulta ben calibrata sulle esigenze di un attore come Paul Rudd che funziona meglio nei panni di Scott Lang piuttosto che in quelli di Ant-Man. La sceneggiatura, ma questo è lo stile Marvel, perde qua e là alcuni dettagli lasciandone altri appena accennati (vedi ad esempio l’excursus del villain o il motivo scatenante per cui la situazione crolla portando all’epilogo finale). E tutto sommato, comunque, in pieno stile Marvel, il film risulta godibile e ben calibrato nelle varie anime che lo compongono.
Il cast funziona bene con un Michael Douglas in gran spolvero e un Paul Rudd credibile eroe/antieroe. Merita una menzione anche la bellissima Evangeline Lilly molto intensa nelle scene che le competono. E in effetti se Marvel con “I guardiani della Galassia” ha segnato una svolta ulteriore nel suo modo di fare cinecomic, Ant-Man rispetta questa svolta e prosegue su questa via risultando, nella miglior tradizione della Casa delle Idee, un film godibile da parte di tutta la famiglia, ben recitato e ben portato sullo schermo. Non mancano riferimenti al resto dell’universo Marvel (con un Avengers che partecipa alla pellicola) e tuttavia la sceneggiatura è un po’ zoppicante soprattutto nei rapporti tra i personaggi: Hank Pym vs Corey Stoll, molto viene non detto, tutto è sbrigativo o lasciato all’intuito dello spettatore cosa che per altro si verifica anche per la situazione personale iniziale del protagonista Scott Lang.
In sostanza il consiglio è quello di accomodarsi nella poltrona del cinema con l’idea di salire su una giostra e di godersi il giro su questa giostra senza tuttavia essere troppo pignoli nei confronti della psicologia dei personaggi che a conti fatti è uno dei pochi contro di una pellicola che sorprende per quelle che erano le attese e le aspettative nei confronti di un personaggio che viene considerato minore.
In conclusione: non un capolavoro (ma quanti film Marvel lo sono), ma un onesto prodotto, che fa ridere, che porta azione e divertimento, ben recitato e ben portato sullo schermo. Peccato solo per la psicologia dei personaggi che poteva venire approfondita e resa meglio sullo schermo. Questa estate non perdetevelo.

$$ITEM_END

Totale: 518 film





Thanks to phpBB Group for Subsilver SDK